Cosa vedere a Sant'Agata Feltria - Il Paese

Un paese ricco di storia e tradizione tutte da scoprire

Con la fine dell’estate si avvicina un periodo caldissimo per Sant’Agata Feltria e zone limitrofe. L’autunno sta per arrivare per portare i sapori tipici che ogni anno richiamano moltissime persone sulle colline riminesi. Quello che forse non tutti sanno è che Sant’Agata Feltria offre molto altro da vedere.

Con questo primo articolo (di una lunga serie) proviamo a stimolare la vostra curiosità di spingervi nell’Alta Valmarecchia, un luogo incantato dove è possibile visitare piccoli paesi che conservano la storia della nostra vallata.

Partiamo dunque con cosa vedere a Sant’Agata Feltria rimanendo in paese (nei dintorni avremo modo di approfondire nelle prossime settimane).

Il comune di Sant’Agata fa parte della provincia di Rimini dal 15 agosto del 2009 a seguito di un referendum che ha sancito il distaccamento, insieme ad altri comuni della Valmarecchia, dalle Marche. La fondazione della città, secondo una leggenda, risale all’ VIII secolo dopo Cristo, quando su una immensa frana staccatasi dal vicino monte Ercole, fu edificata una chiesa dedicata a Sant’Agata.

Caratterizzato da un territorio piuttosto vasto e composto da numerose frazioni, si trova a circa 600 metri sul livello del mare. Questo crea un clima sempre fresco in estate e nevoso nei periodi invernali. Ma è la parte storica quella più rilevante con numerosi punti di interesse. Vediamoli insieme.

Rocca Fregoso

Sovrasta il paese e permette di riconoscerlo fin da lontano. Costruita nel XII secolo è stata oggetto di diverse espansioni. Appartenuta ai Fregoso come residenza è stata abbellita con affreschi ed ornamenti tipici del 500, per poi dare ospitalità ai frati francescani ad inizio 800. La sua particolarità è di trovarsi “appoggiata” su una roccia arenaria che la rende ancor più maestosa. Da qualche anno la Rocca ospita l’ambizioso progetto dedicato a famiglie e bambini “La Rocca delle Fiabe”. Per maggiori informazioni www.roccadellefiabe.it

Il Teatro Angelo Mariani

Una vera bomboniera nel cuore della piazza principale del paese, un diamante incastonato nella struttura di Palazzo Fregoso che chiude la piazza da un lato. Il teatro, interamente costruito in legno, è ancora attivo ed offre un’interessante programma di eventi e rappresentazioni che potete consultare su www.teatromariani.it. Ma non è tutto qui. Il teatro del paese di Sant’Agata è tutto da ammirare anche da vuoto, con i suoi particolari palchi che riportano la mente a tempi passati in cui anche un piccolo paese come il nostro si potevano creare momenti culturali di richiamo nazionale.

Convento di San Girolamo – Museo delle Arti Rurali

Si trova nel lato opposto rispetto alla piazza principale ed è un caratteristico convento che risale al 1500 che, nel corso del tempo, ha subito una serie di restauri e destinazioni che ne hanno lasciate intatte la bellezza e il fascino. Dal 2008 ospita il Museo delle Arti Rurali, affascinante esposizione di tutto quello che era Sant’Agata Feltria un tempo. I mestieri, gli utensili, la civiltà contadina e la vita di un paese che ha una storia lunga ed importante. Tutte le informazioni sul museo su www.museoartirurali.info

Chiesa Collegiata

È la chiesa principale del paese e si trova nella piazza principale. Sorta nel X secolo per volere di Raniero Cavalca dei conti di Bertinoro feudatario di Sant’Agata su un convento che, secondo una leggenda popolare, fu abitato dalla stessa sant’Agata. Si tratta di una chiesa imponente, costituita da 3 navate e 6 altari. Accanto alla chiesa si eleva un caratteristico campanile alto 35 metri (ristrutturato di recente). Durante la grande nevicata del 2012 parte del tetto della chiesa collegiata è crollato causando la chiusura della stessa per qualche mese. Oggi la chiesa è ancora funzionante e visitabile.

Convento dei Frati Cappuccini

Si trova nella parte alta del paese ed è raggiungibile salendo da Piazza Fabbri. Venne fondato nel 1575 per volere di Lucrezia Vitelli Fregoso. Nello spoglio interno ad una navata è conservata una “Immacolata” del pittore locale Angelo Angeloni di Pennabilli datata 1786 che si narra abbia mosso gli occhi in più occasioni tra il 1796 ed il 1850.

 Chiesa e convento delle Suore Clarisse

Anch’esso si trova nella parte alta del paese, sulla strada che porta verso la frazione di San Donato. Il convento delle monache clarisse di stretta osservanza si trasferì nella sede attuale solo dopo la distruzione del vecchio convento in seguito ad una frana nel 1561: la comunità religiosa non abbandonò mai Sant’Agata, tranne che nel periodo di soppressione napoleonica e tra il 1866 ed i primi anni del Novecento: oggi la chiesa è stata ricostruita dopo un devastante incendio avvenuto nel 1951, che ha distrutto un affresco di scuola giottesca. (fonte Wikipedia)

Chiesa di San Francesco della Rosa

Sorge a fianco di Rocca Fregoso ed è simbolo della comunità francescana che ha abitato la Rocca. Si narra infatti che la chiesa sia dovuta ad una visita di san Francesco d’Assisi durante un suo viaggio verso Bologna. Sobria ed elegante, completa il giardino antistante la rocca insieme ad un caratteristico pozzo.

Fontana La Chiocciola e Fontana La Luna nel Pozzo

Sono due le principali fontane del paese: La Chiocciola, ideata e fortemente voluta da Tonino Guerra e realizzata dal mosaicista Marco Bravura, che si trova sulla scalinata che porta dalla piazza del Mercato verso la piazza principale e La Luna nel Pozzo, sempre di Bravura, collocata in piazza Fabbri.

Questi sono i punti di interesse principali ma c’è ancora tanto da vedere e fare a Sant’Agata Feltria oltre ai rinomati eventi come la Fiera Nazionale del Tartufo o Il Paese del Natale. Impossibile non trascorrere qualche ora nella pace dei “giardinetti” o impegnarsi in qualche ora di sport nei rinnovati impianti sportivi in più punti del pasese. Per poi iniziare a spingersi piano piano verso le frazioni, partendo con una passeggiata fino alla Madonna del Soccorso e Badia Mont’Ercole. Ma ne parleremo nelle prossime settimane.

Foto principale dell’articolo: www.prolocosantagatafeltria.com

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn